DISCUSSIONI RECENTI
DISCUSSIONI IN EVIDENZA


         


ACCEDI AL FORUM CON FACEBOOK, GOOGLE, TWITTER, MICROSOFT o TWITCH!
 
Previous page | 1 2 | Next page

FanFict Fantasy

Last Update: 9/6/2007 8:43 PM
OFFLINE
Post: 4,679
Registered in: 8/19/2006
Gender: Female
UTENTE Topmanga
Grado 6
1/5/2007 6:23 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote






La guerra dell’elfo

- Kanju, sei pronto a partire? – chiese l’elfo del Sud.
- Luaah! Non disturbarmi mentre mi alleno! – rispose il fratello.
- Kanju, Luaah, allora dovete proprio partire? – chiese la piccola elfa, sorella minore dei due menzionati.
- Vanya, non preoccuparti per noi. – rispose Luaah, poggiando sul proprio petto la testa della sorella, accarezzandola.
- Luaah, smetti di coccolarla sempre. Se è viziata la colpa è solo tua! – lo incalzò Kanju, il maggiore.
- Io non sono viziata! – si difese Vanya.
- Non abbiamo tempo da perdere. Dobbiamo andare. – disse Kanju ignorando la sorella e rinfoderando la spada.

I due partirono al galoppo poco dopo, muniti due archi con relative faretre e le spade alla cintola.
Erano diretti alla Valle delle Ninfe, dove era ospite Liho. Ignari dell’esistenza di costui, i due elfi del sud erano pronti a battersi nella più grande guerra esistente, come vuole la leggenda di Buyo, per poter essere incoronati e riportare la luce del giorno regolarmente ogni cento anni.

- Liho, vieni! – mi fece gesto con la mano Mana per raggiungerla. Era affacciata a un contorno di enormi massi.
- Eccomi, eccomi. – la raggiunsi. – Ma non è pericoloso se ti sporgi troppo? – chiesi.
- Ti preoccupi per me? – mi guardò incredula.
- Beh… io … - mi accorsi per la prima volta di aver mutato carattere. Ero molto meno duro con lei.
- Sei gentile, grazie, ma non devi preoccuparti. Guarda. – indicò un punto sotto l’acqua.

Vidi la sagoma di una sirena nuotare verso di noi. Osservai con occhi sgranati. Pensai si trattasse di una sirena, perché aveva la coda di pesce, ma il busto simile a quello di una ragazza umana. Non ne avevo mai vista una.

- Liho, guarda, che bello! – esclamò Mana estasiata, quando la sirena emerse con un guizzo per poi rientrare in acqua, proprio come fanno i pesci quando giocano.
- Caspita! Che brava. – ammirai. Sembrava davvero un pesce, se non fosse che la metà del suo corpo era perfettamente simile al corpo della donna umana, a parte per le orecchie, simili ad archi squamosi e le dita unite da spessa cartilagine, ed era dotata di una lunga chioma dorata e lucente.
- E’ felice. – mi disse Mana, osservando il punto dell’acqua da cui era emersa la sirena. – Ha capito chi sei, ed è al corrente del motivo che ti porta qui.
- Già. Tutti voi lo siete. Mentre io…. – non terminai la frase e guardai lontano, all’orizzonte.
- Liho… - Mana mi prese una mano e l’accarezzò, guardandomi malinconica. – Non temere. Ci sono io qui a sostenerti. Sono sicura che presto capirai.
- Grazie Mana. – le sorrisi, forse per la prima volta, dopo tanti anni, riuscii a sorridere a qualcuno e si trattava di Mana, non di Shuta che ormai era scomparso, assieme al mondo degli esseri umani. E una domanda mi giunse spontanea. – Ma voi ninfe potere innamorarvi? Potete sposarvi e avere dei figli?
- Come? – Mana parve sorpresa. Poi, mi sorrise dolcemente. – Non tutte possono procreare. – rispose, abbassando lo sguardo e tornando a portarlo in direzione del mare.
- Ah, no? Come mai? – chiesi, curioso di conoscere le leggi del mondo delle ninfe.
- Solo Utahe può far nascere altre creature simili a noi. Lei ha il dono. Noi ninfe di Buyo siamo tutte figlie sue. Solo quando la sua esistenza terminerà, prima di congiungersi alla natura per sempre, deciderà chi, tra noi, potrà essere in grado di procreare e diventare così la nuova Ninfa Madre.
- Quindi per ora solo Utahe ha questo potere?
- Sì. Per il momento lei è l’unica in grado di dare vita a nuove ninfe.
- E come avviene questo processo? – chiesi, curioso di sapere come le ninfe potessero far nascere altre ninfe.
- Per la verità non l’ho mai visto, essendo stata l’ultima delle ninfe nata grazie a Utahe. Però, so che deve accadere in un luogo bagnato dalla rugiada, illuminato interamente dalla luna e la Ninfa Madre deve scegliere un punto preciso del luogo, disporre alcune foglie fresche in cerchio, portarsi all’interno e calarsi in una danza evocatrice, senza mai uscire dal cerchio, fino a che una nuova ninfa brillerà di luce dinanzi a lei e le dovrà dare un nome.
- Dev’essere una sensazione bellissima assistere a questo momento. – risposi, affascinato dal racconto. – E il tuo nome, Mana, ha un qualche significato?
- Si. Ogni nome che possediamo ha un significato. Utahe è il nome che noi ninfe usiamo per indicare la fertilità. Utahe, infatti, nacque poco prima che la Ninfa Madre prima di lei, potesse esaurire la sua esistenza vitale. La chiamò Utahe, per ricordarsi della sua ultima creatura. Il mio nome, invece, è stato scelto più per te, che per me.
- Cosa vuoi dire? – domandai, senza capire.
- Mana per noi ninfe è la guerra.
- La guerra? – mi stupii.
- Esatto. Sono stata creata per il leggendario elfo del Sud, che avrebbe riportato la luce del giorno in questo mondo.
- Sei nata per me? Perché? Non ha senso.
- Ancora non sai… - disse, sospirando, mantenendo però il suo dolce sorriso. – Se sono nata, c’è un senso ben preciso, Liho.
- Ti prego, Mana, spiegami la leggenda in cosa consiste. – supplicai, quasi.
- Mana! – la chiamò una voce proveniente alle mie spalle. Mi voltai e vidi materializzarsi la figura di Utahe.
- Utahe… - Mana si alzò e andò a lei incontro.
- Liho, conosco bene il vostro desiderio di conoscenza, ma Mana è qui per volere mio. Se avete delle domande da porre, potete rivolgervi a me. Voi sapete come. – mi rimproverò, ma con garbo.
- Si, certo, chiedo scusa. – dissi, rammaricato.
- Liho, venite con me. – mi invitò Utahe a seguirla. – Mana, puoi restare a giocare con le sirene se vuoi.
- Certo, Utahe. Grazie. – Mana sorrise, salutando con un cenno le nostre due figure voltate di spalle, allontanarsi.

Ormai inoltrati nella foresta di Buyo, Utahe prese a parlare assieme a me, nei pensieri della mia mente. Mi stava spigando per filo e per segno il metodo che eseguiva ogni volta che faceva nascere una nuova ninfa, fino a che non giungemmo alla cascata che vidi anche il giorno precedente, poco dopo che ero arrivato a Buyo.

- [Liho, il vostro nome significa Eletto in lingua elfica. Voi siete per certo colui che ci riporterà agli antichi splendori, donandoci il giorno che non c’è. Questa è la leggenda che tanto bramate di conoscere.]
- [Utahe, potresti spiegarmi meglio?]
- [La leggenda di Buyo parla di voi da antichissimo tempo. Un elfo del Sud ci avrebbe riportate il giorno che, a causa di un desiderio malefico, ci sarebbe stato tolto.]
- [Ma come è possibile che sia proprio io quell’elfo?]
- [Al momento in cui il giorno sorgerà a Buyo, dopo mille anni, apparirà un segno sulla schiena dell’eletto, a contatto con la luce del sole. Questo segno dovrà raffigurare un drago rosso, dalla criniera infuocata sulla testa.]
- [Un drago? Perché un drago?]
- [Esatto, Liho. Un drago rosso dalla criniera infuocata. Vi apparirà sulla schiena e prenderà forma davanti a voi. Farà il possibile per uccidervi e per impedirvi nell’impresa di far splendere il giorno a Buyo ogni cento anni.]
- [Cosa mi stai dicendo?]
- [Vi sto dicendo che dovrete combattere e dovrete vincere contro il drago dalla criniera di fuoco.]
- [Ma questo è impossibile Utahe! Como posso combattere contro un drago e sconfiggerlo?] chiesi, incredulo.
- [Siete l’eletto, Liho. Solo voi potrete farcela.]
- [Ma in che modo? Aiutami a capire. Sto impazzendo!]
- [Sacrificando l’esistenza di Mana.] rispose pacata la ninfa.



...Continua...
Vote: 153.1627219
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 | Next page
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:19 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com